Il blog di Marino è il mio personalissimo spazio riservato alle mie scalate della stagione 2018 – 2019.

Mese di Dicembre 2018

il Blog di Marino – 15 dicembre

Vista la penuria di ghiaccio, comincio dunque la stagione con un’uscita di dry-tooling alla bella falesia di Shampoodry a Champorcher in compagnia di Radu e di Davide. Bella giornata piacevole.

Il Blog di Marino - Shampoodry
La falesia di Shampoodry

torna su

il blog di marino – 17 DICEMBRE

Oggi mi sono recato con Alfredo in Val Varaita alla ricerca del “ghiaccio perduto”, in quanto in giro c’è veramente poco. Siamo però riusciti a scalare su Pachidermi e Valeria per un totale di 7 tiri. Una goduria….solo noi nella valle, ghiaccio plastico anche se non abbondante….bell’inizio

Il Blog di Marino - Pachidermi
Pachidermi
il Blog di Marino - Valeria
Valeria

torna su

il blog di marino – 29 DICEMBRE

Il fine era quello di evitare le resse delle solite cordate che frequentano sempre i soliti posti in quanto non hanno un minimo spirito di avventura nelle loro corde. Perciò siamo andati in Val d’Aosta e precisamente nel vallone di Grauson a fare Oceano Polare. Bellissima!!! Con un traverso di teppa-dry entusiasmante. Oggi in compagnia di Alfredo, Radu e Davide. Un grazie all’amico “Muyo”, guida alpina per l’imbeccata.

Il Blog di Marino - Oceano Polare
Oceano Polare

torna su

Mese di Gennaio 2019

IL BLOG DI MARINO – 01 GENNAIO

Oggi primo giorno dell’anno, visto che le condizioni del ghiaccio non sono tanto favorevoli, con Elio decidiamo di andare ad arrampicare su roccia. Scegliamo di andare alla Sbarua (Pinerolo), e di fare “Bon Ton” sullo sperone Rivero, una salita divertente ma già impegnativa di 5 tiri con grado 6a+. Scelta azzeccatissima: temperatura mite, sole a go-go, e palestra quasi deserta. Una bellissima giornata!

Il Blog di Marino - Bon Ton
Bon Ton – 6a+/5c obbl.

torna su

IL BLOG DI MARINO – 5 GENNAIO

Oggi facciamo una puntatina a Lillaz in Valle d’Aosta ed andiamo a fare “Lillaz Gully”, una linea bella ed incassata che si vede dall’abitato. Con la scarsità di ghiaccio che perdura, la salita si presenta molto più impegnativa del grado 3 proposto da Matteo Giglio sul libro “Effimeri Barbagli”. Parecchi passi di misto e un tiro finale completamente dry.

Il Blog di Marino - LizzazGully
Il sesto tiro del gully

torna su

IL BLOG DI MARINO – 12 GENNAIO

Oggi decidiamo di andare a vedere la cascata di Bar Cenisio in Valsusa. La giornata si presenta subito molto ventosa, ma fortunatamente il vallone in cui si trova la cascata è abbastanza riparato. Purtroppo arrivato all’attacco, non mi sono sentito bene ed ho dovuto rinunciare alla scalata. Infine poi la giornata ha avuto un tragico finale in quanto un ragazzo è precipitato per una fatalità da una balza rocciosa sul sentiero di discesa, perdendo la vita. Ciao MATTEO, ora sicuramente stai scalando su vette più alte.

IL BLOG DI MARINO - cascata di Bar Cenisio
cascata di Bar Cenisio

torna su

IL BLOG DI MARINO – 17 GENNAIO

Oggi con l’amico “Muyo” siamo andati al Pian della Mussa sopra Balme, ed abbiamo deciso di fare la via “X3M….10”, aperta da lui con il collega Claudio Bernardi. Dopo i primi tre tiri su ghiaccio, seguono due tiri di misto per sbucare sui pianori soprastanti. Bellissima giornata.

la cascata X3M….10 è quella all’estrema sinistra fra le rocce

torna su

IL BLOG DI MARINO – 18 GENNAIO

Oggi secondo giorno al Pian della Mussa con l’amico Muyo. Allora decidiamo di andare a ripetere la sua ultima “creazione”: una splendida via di misto dal nome dolce ed invitante ….“Crème Caramel“. La via è bellissima e piacevole, impegnativa e mai banale. Complimenti davvero!!!

IL BLOG DI MARINO - Creme Caramel
la splendida “Crème Caramel”

torna su

IL BLOG DI MARINO – 19 GENNAIO

Oggi ultima giornata al Pian della Mussa. Ci raggiungono su al rifugio Luigi, Vittorio, Serena e Valentina, che sono iscritti al corso base di Cascate. Così andiamo a “giocare” insieme sulla “Cascata delle donne” situata di fronte al rifugio. Qui riscopriamo con piacere che le donne sono veramente più armoniose ed eleganti dei maschietti!!! Bravissime Serena e Valentina.

l’elegante Cascata delle donne

torna su

IL BLOG DI MARINO – 26 GENNAIO

Oggi ritorniamo al Pian della Mussa, con l’intenzione di fare la cascata di Rocca Tovo. Ma quando giungiamo alla sua vista, le condizioni del ghiaccio no ci sono parse delle migliori, ed allora decidiamo di andare a fare “La Tartaruga”.

Quando giungiamo sotto di essa vediamo alla sua sinistra una linea effimera che ci pare salibile, ed allora ci proviamo, dando così vita ad una nuova realizzazione di due tiri che chiamiamo “La cascata della lepre”.

Oggi ero in compagnia di: Alfredo Croce, Mario Ferrero, Giorgio Montrucchio, Davide Eandi e Ionel Chifan.

IL BLOG DI MARINO - La lepre
la cascata della lepre

torna su

IL BLOG DI MARINO – 09 FEBBRAIO

Raggiungiamo oggi la Valle d’Aosta per recarci ad Outre l’Eve nel Vallone della Legna.

Andiamo a fare il “Giardino dei fiori di ghiaccio” una cascata bella e divertente di 3 tiri, che troviamo un po’ magra ma con buon ghiaccio.

Un’altra bella giornata in compagnia di Alfredo e Radu. Solo noi a scalare.

il blog di marino - Giardino
io sul secondo tiro

torna su

IL BLOG DI MARINO – 16 FEBBRAIO

Oggi con Alfredo siamo andati nel bellissimo vallone di Laures in Valle d’Aosta, ed abbiamo salito “Day After”, il cui vero nome è “Cascata degli orsi”. Un flusso di 300 m, di cui generalmente si scala solo la parte più interessante. Noi l’abbiamo salita con due tiri da 60 m.

la “Cascata degli orsi” o “Day after”

torna su

IL BLOG DI MARINO – 18 FEBBRAIO

Oggi puntatina in Francia a Ceillac in compagnia di Alfredo.

Giornata stupenda per fare “Les formes du chaos”. Semplicemente meravigliosa!!! Eravamo la prima cordata, e quindi ce la siamo proprio goduta. Per noi vecchietti terribili….una soddisfazione lasciare dietro di noi cordate moltooo!!! più giovani, che non sono riuscite a raggiungerci.

Les formes du chaos

torna su

IL BLOG DI MARINO – 23 FEBBRAIO

Oggi con Alfredo siamo andati a Cogne, e precisamente a Lillaz. Volevamo recarci a fondo valle per fare “Ala di gelo” o “Budello di mambo”, ma la pigrizia ha avuto il sopravvento e siamo arrivati a Lillaz un po’ tardi.

Pertanto abbiamo ripiegato su una classica del posto “Pattinaggio artistico“, ancora bella gonfia di ghiaccio, in alcuni tratti un po’ spaccoso per il rigelo notturno, ma tutto sommano bello plastico.

la classica

torna su

IL BLOG DI MARINO – 2 MARZO 2019

La stagione del ghiaccio sta ormai per finire, ma oggi siamo ancora riusciti a compiere una bella salita.

Siamo andati a Cogne Valnontey, e ci siamo recati in fondo valle a fare “Fallo di Plutone”, una bellissima cascata di grado 4+, con due tiri stupendi e verticali, un po’ agevolati dai numerosi passaggi ma di grande soddisfazione.

Anche oggi in compagnia di Alfredo, e della cordata rumena di Radu e Ionel.

Fallo di Plutone – 4+

torna su

IL BLOG DI MARINO – 04 MARZO 2019

Oggi con Alfredo rispolveriamo le scarpette, e tanto per riprendere un po’ di confidenza con la roccia, andiamo in Sbarua.

Decidiamo di fare la normale al Cinquetti, una via già di un certo tipo, che però permette di allenarsi bene su difficoltà contenute.

La giornata è velata, con ogni tanto il sole che fa capolino, ma con una temperatura ideale per arrampicare. Dalla cima, discesa con tre lunghe doppie su Barba Flipot. Giunti alla base, ha cominciato a piovviginare, a causa di un forte vento freddo, ma ormai non ci ha dato più fastidio.

Il blog di Marino - Cinquetti
la Normale

torna su

IL BLOG DI MARINO – 09 marzo 2019

Con Alfredo ritorniamo oggi in Sbarua, stavolta in compagnia di Mario e Davide.

Per fare riprendere anche a loro confidenza con la roccia, andiamo al Torrione Pacciani, dove Alfredo e Mario fanno “Angiolina ritorna” ed io con Davide la vicina “L’isola che non c’è”.

IL BLOG DI MARINO - angiolina
Angiolina ritorna
IL BLOG DI MARINO - isola
L’isola che non c’è

Dall’uscita delle vie facciamo ancora i primi due tiri di “Like a rolling stones”. Altra bellissima e calda giornata.

torna su

IL BLOG DI MARINO – 16 MARZO 2019

Oggi siamo andati a Lities in Val Grande di Lanzo, con l’intenzione di fare la via “Il ballo delle ombre” sull’Agrieru.

Abbiamo invece fatto una via alla sua sinistra che si chiama “Oh pebbacco svulazzo”.

La via si presenta abbastanza sporca in quanto poco frequentata, con corde fisse ormai logorate dal tempo, quindi attenzione a cosa si tira.

La difficoltà dichiarata di 5/5+ con breve tratto di 6a ci è sembrata un po’ strettina. Spit e soste in ordine. Posto incantevole con bella vista sul fondo valle, sulla vicina Rocca di Lities e sulle pareti della Cresta delle Torri.

Bella giornata calda, ma con un leggero venticello. Anche oggi in compagnia di Alfredo e di Davide.

La nostra via è la numero 2

torna su

IL BLOG DI MARINO – 30 MARZO 2019

Oggi con Alfredo siamo andati ad Albard in Val d’Aosta.

Volevamo allenarci sulla lunghezza, salendo su difficoltà abbordabili.

La nostra scelta è quindi caduta su due vie del Monte Coudrey, la cui concatenazione ci ha permesso di fare ben 17 tiri, per uno sviluppo complessivo di più di 500 metri.

In una giornata ventosa, abbiamo così salito “Table de roc” (5c) e “Raggio di sole” (4c+).

table
Table de roc – tiro chiave
Raggio di sole

torna su

IL BLOG DI MARINO – 6 APRLE 2019

Oggi, pur con il tempo incerto, con Alfredo e Davide ritorniamo in Sbarua.

Decidiamo di fare lo “Spigolo Rivero” sull’omonimo torrione, il più vicino al rifugio, che anche in caso di pioggia ci permette una ritirata veloce.

Anche se la giornata è quasi senza sole, e l’aria è più fredda di qualche mese fa, riusciamo a salire tutta la via di sei tiri.

Quando comincia a piovere ormai eravamo già scesi alla base.

Quarto tiro
Alfredo sul quarto tiro
Davide sul terzo tiro

torna su

IL BLOG DI MARINO – 1 MAGGIO 2019

Oggi con Francesco siamo andati a vedere Cateissoft la nuova palestra di arrampicata aperta da Giorda e Casalegno.

Il posto è molto bello, un balcone sull’intera valle di Susa. La roccia è fantastica, la spittatura da manuale. Unici nei: la strada sterrata per raggiungerla, molto stretta ed in alcuni punti, con il passar del tempo non sarà più praticabile a meno di fare una bella manutenzione….ma con i tempi che corrono certamente il comune non investirà denaro in ciò; e la troppa frequentazione che induce a tempi di attesa molto alti per poter scalare.

Comunque complimenti agli ideatori e realizzatori del sito.

La nuova palestra

torna su

IL BLOG DI MARINO – 2 MAGGIO 2019

Oggi con Giorgio, al rientro da un periodo di riposo forzato, andiamo ad arrampicare alle Baciasse, la palestra aperta dal CAI Pianezza un po’ di anni fa. Con mia grande sorpresa il sentiero che la raggiunge è veramente in ottime condizioni, ed anche la vie sono in ordine, alcune con chiodatura un po’ vetusta ma ancora più che sicura.

Abbiamo salito la via “Classica” nel settore President & c., spostandoci poi sulla vicina “Pout pourri” che raggiungere la sommità del torrione.

Finite le doppi, abbiamo fatto appena in tempo a ritirare la roba che ha cominciato a piovere forte, e ce la siamo presa fino alla macchina.

La via classica

torna su

IL BLOG DI MARINO – 11 maggio 2019

Oggi ritorniamo in Sbarua per fare “La vecchia lira” sul torrione Rivero.

La giornata di presenta subito molto umida con nebbie basse, e la via è in condizioni molto sporche per il muschio presente ed i licheni, indice di scarsa frequentazione.

Comunque riusciamo a portare a termine la scalata, e poi abbiamo dovuto fare due doopie veloci sotto una violenta, ma per fortuna breve, pioggia improvvisa.

Oggi ero in cordata con Giorgio, e ci seguivano Alfredo con Davide.

Io in azione sul quarto tiro
Io sul tiro di 6b

torna su

IL BLOG DI MARINO – 2 GIUGNO 2019

Dopo le avverse condizioni atmosferiche, impegni di famiglia, ecc. finalmente si torna ad arrampicare!!!

Con Elio Bonfanti, Adelchi Lucchetta, Rocco Caponio e Rico Foddai, andiamo in Val di Viu’ a Chiandusseglio alla Rocca della Madonnina.

Qui arrampichiamo sui monotiri della piccola falesia scoperta ed attrezzata da Andrea Bosticco, che si trova sulla destra del santuario della Madonna di Lourdes da cui prende il nome.

La roccia è perfetta, i monotiri vanno dal 5a al 6c+. Una bella giornata fra amici.

il blog di marino - Falesia del Santuario
Un sito ameno…